Suggerimenti nutrizionali per vivere con lo scompenso cardiaco

La salute del cuore passa anche attraverso l’alimentazione! Specialmente se vivi con lo scompenso cardiaco, è probabile che tu abbia sentito parlare molte volte dell'importanza di seguire una dieta equilibrata e sana poiché aiuta non solo a mantenere un cuore sano ma anche a migliorare i sintomi dell’insufficienza cardiaca. Sappiamo, tuttavia, che è più facile a dirsi che a farsi.

Ti proponiamo una serie di suggerimenti che speriamo possano esserti di aiuto.

Ricorda ad ogni modo che per impostare un regime alimentare appropriato secondo le proprie condizioni e necessità è importante parlare con il proprio medico e/o un dietologo.

Diventa un esperto di sale

Il corpo ha bisogno di sale per funzionare, ma solo di un po'. Troppo sale induce il corpo a trattenere troppa acqua, peggiorando l'accumulo di liquidi associato allo scompenso cardiaco2. Limitare la quantità di sale consumata quotidianamente (le linee guida ne suggeriscono meno di 6 g al giorno, che è l'equivalente di circa 1 cucchiaino) può aiutare a prevenire questi sintomi.3

 

Sapevi che otteniamo circa il 75-80% del sale che assumiamo ogni giorno da cibi precotti come piatti pronti, carne processata, cereali e pane?4,5

 

3 suggerimenti rapidi per ridurre il sale:

  • Prova a sperimentare erbe, spezie, aglio o succo di limone per insaporire il cibo invece di cucinare con il sale
  • Non posizionare la saliera sul tuo tavolo da pranzo a casa
  • Guarda l'etichetta nutrizionale degli alimenti che acquisti o richiedi queste informazioni quando mangi fuori.

Tieni d'occhio i livelli di potassio

Il potassio è un minerale importante che si trova in molti tipi di alimenti: il nostro cuore fa affidamento sul potassio per mantenere un ritmo cardiaco regolare.6 È importante che le persone con scompenso cardiaco siano consapevoli della quantità di potassio presente nella propria dieta, poiché diversi farmaci per lo scompenso cardiaco possono influenzare i livelli di potassio in vari modi. Parla con il tuo medico di come i farmaci che assumi possono influenzare i tuoi livelli di potassio e cosa puoi fare per mantenerlo entro un intervallo adeguato.6

Se hai bisogno di aumentare i tuoi livelli potassio, alimenti come banane, arance e avocado ne sono naturalmente ricchi e rappresentano eccellenti fonti di potassio.7

Se hai bisogno di ridurre i tuoi livelli di potassio, potresti:6

  • Immergere o far bollire frutta e verdura per aiutare a rimuovere parte del potassio
  • Evitare cibi in scatola, salati o affumicati
  • Limitare i prodotti a base di sostituti vegetali della carne (ad es. salsicce vegetariane o hamburger vegetariani) che sono spesso ricchi di potassio

Cerca di assumere abbastanza fibre

Le fibre possono essere davvero un ottimo “tuttofare” per la salute. Non solo possono aiutare a mantenere in salute l'apparato digerente (combattendo la costipazione), ma possono anche aiutare a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue, cosa che contribuisce al mantenimento della salute in generale.8

La fibra è un carboidrato complesso e si trova solo nelle piante (carne, pesce o prodotti animali come i latticini non contengono fibre). Uno dei modi più semplici per ottenere abbastanza fibre è mangiare frutta e verdura in abbondanza.

Puoi ottenere un apporto sufficiente di fibra potresti:

  • Apportare piccoli cambiamenti come passare al pane e alla pasta integrale permettono di aumentare la quantità di fibre nella dieta quotidiana.9
  • Inserire nella dieta legumi, come lenticchie e ceci, così come la frutta fresca e quella secca, altrettanto ricchi di fibre e facili da incorporare nella cottura e nel consumo quotidiano.9

Ricordati di aumentare dolcemente la quantità di fibra nella tua dieta. L'introduzione di troppe nuove fonti di fibre tutte in una volta può causare problemi digestivi! Cerca di aumentare gradualmente nel giro di qualche settimana.

Prima di apportare modifiche alla tua dieta, rivolgiti sempre al medico in modo che possa consigliarti la quantità di fibra più adatta per te (le persone con sindrome dell'intestino irritabile (IBS), ad esempio, potrebbero dover fare attenzione al consumo di fibre).

 

1) WebMD. Diet and Heart Failure.
Available here: http://www.webmd.com/heart-disease/heart-failure/dietary-guidelines-heart-failure. Last accessed: January 2017.
2) Heart Failure Matters. What can you do. Adjusting your diet: Salt.
Available here: http://www.heartfailurematters.org/en_GB/What-can-you-do/Adjusting-your-diet-Salt. Last accessed: January 2017.
3) British Heart Foundation. Preventing heart disease. Healthy eating: salt.
Available here: https://www.bhf.org.uk/heart-health/preventing-heart-disease/healthy-eating/salt. Last accessed: January 2017.
4) NHS Choices. Salt: the facts.
Available here: http://www.nhs.uk/Livewell/Goodfood/Pages/salt.aspx. Last accessed January 2017.
5) Blood Pressure UK. Why salt is bad.
Available here: http://www.bloodpressureuk.org/microsites/salt/Home/Whysaltisbad. Last accessed January 2017.
6) Harvard Health Publications. Healthbeat. Heart failure and potassium.
Available here: http://www.health.harvard.edu/heart-health/heart-failure-and-potassium. Last accessed: January 2017.
7) Patient. Health Information. Dietary Potassium.
Available here: http://patient.info/health/dietary-potassium. Last accessed: January 2017.
8) NHS Choices. Why is fibre important.
Available here: http://www.nhs.uk/chq/pages/1141.aspx?categoryid=51. Last accessed: January 2017.
9) NHS Choices. How to get more fibre into your diet.
Available here: http://www.nhs.uk/Livewell/Goodfood/Pages/how-to-get-more-fibre-into-your-diet.aspx. Last accessed: January 2017.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: