falsi miti sullo scompenso cardiaco

5 falsi miti sullo scompenso cardiaco

1. Scompenso cardiaco e infarto sono la stessa cosa

Scompenso cardiaco e infarto sono due cose diverse.

Un attacco di cuore (o infarto miocardico) si verifica improvvisamente e inaspettatamente, spesso a causa di un’occlusione delle arterie coronarie che forniscono sangue al cuore; in genere provoca la morte (necrosi) di una parte della parete del cuore irrorata dall’arteria occlusa.

Lo scompenso cardiaco è una condizione spesso cronica (a lungo termine) in cui il cuore non può pompare abbastanza sangue per soddisfare le esigenze del corpo.

Tuttavia, lo scompenso cardiaco può essere causato da un infarto miocardico o attacco di cuore. Altre possibili cause includono ipertensione e fattori legati allo stile di vita.


2. Solo le persone anziane soffrono di scompenso cardiaco

Sebbene lo scompenso cardiaco sia molto più comune per le persone anziane, anche le persone giovani e di mezza età possono soffrirne. Circa il 4% (1 su 25) delle persone con scompenso cardiaco ha, infatti, meno di 55 anni1.


3. Avere lo scompenso cardiaco significa che il tuo cuore sta per smettere di funzionare

Se ti è stato diagnosticato lo scompenso cardiaco, ciò non significa che il tuo cuore sta per smettere di funzionare. Significa che il tuo cuore ha bisogno di supporto per fare il suo lavoro e ci sono molti trattamenti e diversi cambiamenti nello stile di vita che possono aiutarti a farlo. Sul nostro portale puoi trovare informazioni sui cambiamenti dello stile di vita che possono aiutarti a vivere con lo scompenso cardiaco.


4. Se hai lo scompenso cardiaco, devi “andarci piano”

Molto dipende da quanto è grave severo lo scompenso cardiaco ma, in generale, le persone con scompenso cardiaco dovrebbero essere incoraggiate a rimanere attive, proprio come chiunque altro. Dopotutto, il cuore è un muscolo e, come tutti i muscoli, trarrà beneficio dall'esercizio.

Tuttavia, molte persone con scompenso cardiaco affermano di avere una quantità limitata di energia, come una batteria. È importante destinare questa energia alle diverse attività durante la giornata e conservarla quando necessario, così da imparare a riconoscere la stanchezza da cuore affaticato.


5. Una volta che hai lo scompenso cardiaco, può solo peggiorare

Lo scompenso cardiaco è generalmente una condizione progressiva. Tuttavia, l’evoluzione dello scompenso cardiaco è imprevedibile e diverso per ogni persona.

Con un'attenta gestione della malattia, la sua gravità può andare riducendosi per alcune persone, con attenuazione dei sintomi e un miglioramento della prognosi. In molti casi, i sintomi rimangono stabili per diverso tempo2.


1) http://eurheartj.oxfordjournals.org/content/ehj/early/2013/12/05/eurheartj.eht278.full.pdf>
2) http://patient.info/health/heart-failure-leaflet