Breathless man holds chest.

Perché ho il fiato corto?

La mancanza di respiro è uno dei sintomi più comuni di scompenso cardiaco.1 Mentre nelle fasi iniziali di questa condizione molte persone si sentono senza fiato dopo l'esercizio fisico o durante attività più faticose negli stadi più avanzati la mancanza di respiro può diventare ricorrente anche durante attività quotidiane come salire le scale, fare la doccia e persino riposare2

Stare sdraiati, infatti, può provocare difficoltà respiratorie, causando l’interruzione del sonno con conseguenti stati di ansia e stanchezza.2

Come per la maggior parte dei sintomi associati a scompenso cardiaco, anche la mancanza di respiro è il risultato del fatto che il cuore diventa, nel tempo, meno efficiente nel pompare il sangue nel corpo. In particolare, i muscoli del cuore, indeboliti e irrigiditi, fanno più fatica a tenere il passo con l'apporto di sangue che entra ed esce dal cuore.3

Ciò può causare il "ristagno" o l'accumulo del sangue nelle vene che vanno dai polmoni al cuore.4 In questo caso, il fluido può penetrare e accumularsi nei polmoni.4

I nostri polmoni sono organi complessi il cui ruolo è quello di rimuovere l'anidride carbonica e scambiarla con l'ossigeno, ma lo scambio risulta difficoltoso quando il liquido si accumula al loro interno. È proprio per questo che chi soffre di scompenso cardiaco va in affanno. 4

Ed è anche il motivo per cui le persone con questo problema cardiaco possono sentirsi ancor più senza fiato da sdraiati: da quella posizione, infatti, il fluido si riversa lungo tutta la superficie dei polmoni (immagina una bottiglia in posizione verticale con del liquido all’interno e come il liquido si espande quando la metti in orizzontale). 5

Quindi cosa si può fare per gestire il fiato corto? 

  • Un buon punto di partenza è ascoltare il proprio corpo. Se rimani senza fiato solo durante l'esercizio fisico, impara a riconoscere quando si presentano i sintomi e la prossima volta fermarti al primo segnale. È noto che un esercizio fisico regolare sia in grado di migliorare le prestazioni del cuore, quindi è bene trovare il livello di attività che fa per te.6
  • Parla con il tuo medico per trovare un'attività o un esercizio giusto per te. In generale, gli "esercizi di movimento" (aerobici) sono migliori per la circolazione rispetto agli esercizi per aumentare la potenza e accrescere la massa muscolare (anaerobici): quindi bene andare in bicicletta, camminare o nuotare; mentre esercizi come il sollevamento pesi e le flessioni sonno meno efficaci 3
  • Se rimani senza fiato durante le attività quotidiane come salire le scale o fare la doccia, chiedi al tuo medico di consigliarti degli esercizi per aiutare la respirazione o se la terapia funziona correttamente. Inoltre, anche se potrebbe crearti delle difficoltà, lascia che il tuo caregiver, i tuoi amici e la tua famiglia ti aiutino, poiché stare al passo con le attività quotidiane può aiutarti a sentirti più in controllo della tua vita.
  • Se hai difficoltà a respirare quando riposi, parla con il medico su come gestirlo, poiché potrebbe essere necessario una modifica al tuo regime terapeutico.
  • Se hai difficoltà a respirare quando sei sdraiato, prova a sostenerti con diversi cuscini in modo da trovarti in una posizione più eretta.5
1) Heart Failure Matters. Warning Signs. Shortness of Breath. Available at: http://www.heartfailurematters.org/en_GB/Warning-signs/Shortness-of-breath. Last accessed November 2016
2) Bozkurt, B. and Mann, D.L. (2003) ‘Shortness of breath’, Cardiology Patient Page, 108(2), pp. 11–13. doi: 10.1161/01.CIR.0000075956.36340.78.
3) Royal Berkshire Department of Cardiology. Heart Failure: Information for patients. Available here: http://www.royalberkshire.nhs.uk/Downloads/GPs/GP%20protocols%20and%20guidelines/Cardiology/Heart_Failure.pdf. Last accessed November 2016.
4) Medline Plus. Pulmonary edema. Available here: https://medlineplus.gov/ency/article/000140.htm. Last accessed November 2016.
5) Heart Failure Matters. Warning Signs. Awakening short of breath/ needing more pillows. Available at: http://www.heartfailurematters.org/en_GB/Warning-signs/Awakening-short-of-breath-needing-more-pillows. Last accessed November 2016.
6) Ponikowski P et al. 2016 ESC Guidelines for the diagnosis and treatment of acute and chronic heart failure. European Heart Journal (2016) 37, 2129-2200. DOI: http://dx.doi.org/10.1093/eurheartj/ehw128 ehw128. First published online: 20 May 2016.